Legge di stabilità: Venerdì 15 novembre, sciopero in Sicilia. Manifestazioni nelle principali città siciliane. La FLC chiede investimenti per la Conoscenza e il rinnovo dei contratti di lavoro.

Legge di stabilità: Venerdì 15 novembre, sciopero in Sicilia. Manifestazioni nelle principali città siciliane. La FLC chiede investimenti per la Conoscenza e il rinnovo dei contratti di lavoro.
nov 14

Palermo, 12 novembre- Sciopero di 4 ore anche in Sicilia, con le articolazioni stabilite per categoria, venerdì 15 novembre nell’ambito della mobilitazione indetta su scala nazionale da Cgil, Cisl e Uil per chiedere modifiche alla legge di stabilità. Manifestazioni si terranno nelle 9 principali città: Palermo, Catania, Messina, Siracusa, Ragusa. Agrigento, Enna, Caltanissetta, Trapani. “La legge di stabilità, così per com’è – dice Michele Pagliaro, segretario generale della Cgil Sicilia- non prevede niente per i lavoratori e i pensionati, né disegna un percorso utile a fare uscire il paese dalla crisi. Come Sicilia-aggiunge- siamo ancora più interessati, perché qui la crisi è ancora più grave che in altre regioni e gli interventi per il lavoro sono dunque indispensabili”. I sindacati confederali chiedono meno tasse sul lavoro e sulle pensioni, tagli agli sprechi e ai costi della politica, la rivalutazione delle pensioni, interventi per l’efficienza della pubblica amministrazione e la tassazione delle grandi ricchezze come avviene in Europa. “Occorre reperire risorse per finanziare le misure per il lavoro, i lavoratori e i pensionati- sottolinea Pagliaro- mettendo in piedi un ventaglio di interventi che facciano crescere la domanda interna e stimolino lo sviluppo dell’apparato produttivo e dell’occupazione”. Alla manifestazione che si terrà a Priolo, e che avrà al suo centro anche i temi dello sviluppo industriale e delle bonifiche, parteciperanno i segretari di Cgil e Uil regionali, Michele Pagliaro e Claudio Barone. La protesta è indetta assieme ai sindaci della zona industriale con corteo che partirà dal palazzo municipale diretto al piazzale Enichem nell’area industriale. A Palermo il concentramento sarà alle 10.30 a piazza Massimo da dove partirà un corteo verso la Prefettura. A Catania, dove oggi si svolge un attivo sindacale, il concentramento sarà in via Etnea a partire dalle 9.30, a piazza Manganelli ci sarà poi un comizio. A Messina è in programma un presidio davanti alla Prefettura, dalle 9 alle 12. Ad Agrigento manifestazione e comizi davanti alla Prefettura. A Caltanissetta è in programma alle 9.30 un concentramento davanti alla Prefettura. Manifestazione alle 11.30 anche davanti alla Prefettura di Enna. A Ragusa il concentramento sarà a piazza Cappuccini e un sit- in si svolgerà poi davanti alla Prefettura.

Iniziativa al chiuso a Trapani, presso l’hotel Cristal.

2013 dacimg

Altre Notizie | 14/11/2013

socialnetwork

areariservata

login
password persa?