lenotizie / Scuola

Notizie dalla FLC
ago 14

conoscenzanews@flcgil.it - Licei, sperimentazione del percorso quadriennale: ritirare il decreto

Logo FLC CGIL

Licei, sperimentazione del percorso quadriennale:
ritirare il decreto

Abbiamo atteso l’emanazione del decreto sui percorsi quadriennali per poterci esprimere in modo compiuto su questa scelta e sulle modalità che la caratterizzano.
Non si può attivare un’innovazione ordinamentale senza una visione della scuola alta, attenta ai bisogni reali degli studenti e alle priorità dell’inclusione e del superamento delle disuguaglianze, obiettivi fondamentali del sistema di istruzione. La scelta del Miur tuttavia va nella direzione opposta.

Nulla è cambiato dall’era Gelmini, in cui la riforma degli ordinamenti era incardinata in un decreto legge di razionalizzazione della spesa pubblica: il taglio di un anno causa una perdita di organici, impoverisce drasticamente la qualità dell’offerta formativa del sistema scolastico pubblico, e danneggia le fasce più deboli della popolazione scolastica. 

Nei fatti, l’intervento sulla durata dei cicli che si vuole sperimentare, senza un progetto nazionale di riferimento che ne individui le finalità educativo-didattiche, senza alcun confronto con la comunità scientifica, e con le organizzazioni sindacali, rivela la vera intenzione del Miur: sperimentare, a spese delle modalità di apprendimento degli studenti, gli effetti di una mera abbreviazione dei curricoli con l’obiettivo di realizzare nuovi tagli.
Risibile poi la “coperta ideologica” di un presunto ingresso anticipato nel mondo del lavoro, assurda alla luce dei dati sull’occupazione e sulle caratteristiche delle mansioni offerte dal mercato.

Una visione poverissima dell’istruzione e della sua missione.

Infatti, perfino sotto il profilo metodologico la presunta “sperimentazione” tradisce una impostazione regressiva. Per trovare una conferma della scelta, si lascia alle singole istituzioni scolastiche la possibilità di aderire con un proprio specifico progetto, falsando fin dall’inizio i risultati. L’idea è quella di convogliare nel percorso sperimentale un’élite di duemila ragazzi che non potranno mai rappresentare il livello standard degli studenti italiani e forniranno dati in uscita sicuramente eccellenti, ma significativamente non rapportabili, anche statisticamente, al resto della popolazione scolastica italiana. Siamo in presenza di una falsa sperimentazione dagli esiti purtroppo inutilmente scontati.

Il decreto dichiara esplicitamente di non aver voluto seguire le indicazioni di buon senso del CSPI (il Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione) e rinvia la definizione delle indicazioni e dei criteri qualitativi per l’elaborazione dei progetti all’avviso per la partecipazione delle scuole.

Chiediamo il ritiro del decreto e l’immediata apertura di un confronto con le parti sociali e con tutta la comunità della scuola, l’alternativa sarà bloccare nei fatti questa farsa “sperimentale”.

Cordialmente
FLC CGIL nazionale

In evidenza

Assunzioni in ruolo personale ATA: la ripartizione per provincia e profilo dei 6.260 posti

Assunzioni in ruolo personale educativo: la ripartizione dei posti per provincia

Precari scuola: una guida per i neo-assunti a tempo indeterminato

Le annunciate stabilizzazioni nella scuola non porranno fine alla “supplentite”

Speciale assunzioni e supplenze 2017/2018

Notizie scuola

Docenti precari: firmato il Decreto sui 24 CFU necessari per partecipare al futuro concorso

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie: le domande del personale ATA entro il 21 agosto

Speciale utilizzazioni e assegnazioni provvisorie 2017/2018

Mobilità ATA: 12.684 posti disponibili di cui solo 6.260 per le assunzioni in ruolo

Assunzioni in ruolo personale ATA: la ripartizione per profilo dei 6.260 posti

Speciale graduatorie di istituto docenti 2017/2020

Speciale graduatorie di istituto ATA 2017/2020

Classi di concorso: pubblicato il Decreto 259/17 correttivo delle nuove classi di concorso

Organici e assunzioni dei dirigenti scolastici 2017/2018: un’altra ragione per proseguire la nostra mobilitazione

Scuole italiane all’estero: il MAECI interviene su ferie e assenze. La FLC CGIL attiva la tutela legale

Scuole italiane all’estero: con preoccupante ritardo e con il nostro dissenso MAECI avvia gli atti per l’inizio dell’anno scolastico

Carta dei diritti e doveri degli studenti in alternanza scuola-lavoro: parere positivo della Conferenza Unificata

Vertenza precari: il Giudice del Lavoro del Tribunale di Asti condanna il MIUR

I sindacati sardi non firmano l’accordo sulle utilizzazioni

Altre notizie di interesse

PON “Per la scuola”: chiarimenti sulle modalità di individuazione del personale “esperto” impegnato nelle attività formative

PON “Per la scuola”: autorizzati ulteriori progetti relativi all’avviso “Ambienti digitali”

Scegli di esserci: iscriviti alla FLC CGIL

Servizi assicurativi per iscritti e RSU FLC CGIL

Feed Rss sito www.flcgil.it

Scuola | 14/08/2017

comments powered by Disqus